Lagonegro

.

Foto degli Utenti

Foto del Sito

Monumenti

.
 

Hanno Scritto B a c h e c a IL SIRINO Inserisci Foto
gli Artisti Commenti Foto IL POLLINO L'ALPI

Comune di Lagonegro (PZ)

 

Comune (PZ)
E Abitanti  6.148
Altitudine 693 mt.
Superficie 112,41 Kmq
* C.A.P. 85042

 

  Municipio 0973.41330
  Guardia Medica 0973.48555
  Carabinieri 0973.41291


LAGONEGRO

La sua posizione geografica posta alle falde nord del Monte Sirino ha sempre rappresentato un importante nodo stradale per la viabilità dell'area sud della regione Su un piccolo promontorio non distante dal centro urbano, sorge il borgo medievale - detto Cartello - al quale si accede attraverso una lunga scalinata costruita nel 1603 e dopo aver superato la porta in ferro (ristrutturata nella metà del 1500) si giunge … salendo altri gradini, alla Chiesa di San Nicola risalente al X sec. Ma ripetutamente ristrutturata nel corso dei secoli. Di notevole pregio è l'ampia navata ed il settecentesco altare maggiore. Oltre ad opere scultoree e tele di Altobello Persio (XV sec.) e Gian Battista Aggolino (XVII sec.) in questo luogo sacro si ritiene che sia stata sepolta nel 1506 Lisa del Giocondo, la Monna Lisa che Leonardo Da Vinci innamorato sulla sua celeberrima tela. Tale tesi, sostenuta da secoli solo dalla tradizione popolare, pare abbia avuto solo una parziale conferma in occasione di studi moderni. Pochi sono i resti dell'antico castello posto sulla vetta del promontorio ma suggestiva è di qui la vista panoramica con protagonista principale il Monte Sirino. Lagonegro deve le sue origini ai monaci bizantini che nel IX secolo edificarono il Convento di S. Filippo. I normanni l'annessero alla contea di Lauria fino all'epoca degli svevi, quindi fu dominio dei Sanseverino - degli Sforza e dei Carafa. Oggi Piazza Grande è con la sua fontana ottocentesca il cuore della città. Abbastanza ampia ed in leggera pendenza è perimetrata da filari di alberi ed edifici del 1700 e 1800 - tra questi merita particolare citazione la Chiesa della Trinità ampliata nel 1779 e restaurata nel 1930, nella sua ampia navata sono Madonna del Sirino risalente al 1758. Nella zona adiacente sorge il settecentesco palazzo Corrado e l'ottocentesca Chiesa della Madonna delle Grazie. Particolare interesse desta: La chiesa di S. Anna (1665) nel cui interno si può ammirare una scultura lignea del XV ed una pala di altare di Francesco Geatano raffigurante S. Anna (1665). La chiesa del Crocifisso della fine 1600 con crocifisso ligneo di Giacomo Colombo (1691) e altre interessanti opere tra cui due angeli di pietra scolpita del XVI secolo. Verso la zona più alta ed antica di Lagonegro sorge la Chiesa del Rosario con portale lapideo del XVII sec. L'interno ad una sola navata, e con controsoffitto affrescato, custodisce un'opera di Anselmo Calmieri (la Madonna di S.Lucia del 1700). Fra le diverse opere occorre citare la tela di S. Giuseppe e la Madonna col Bambino di scuola napoletana. Molto vaste sono le aree forestali del territorio di Lagonegro e tutte di particolare fascino. Tra queste ricordiamo Lago Laudemio (m.1525 s.l.m.) che dista solo 18 Km. Dal nucleo urbano. La Cappella della Madonna della Neve (m. 1629 s.l.m.).
Le stagioni sciistiche per lo sci alpino e quello di fondo. A quota più bassa v'è un pianoro fitto di ontani - faggi - castagni ecc. che ospita il Monastero di S. Maria degli Angeli del IX sec. All'interno della Chiesa v'è una tela raffigurante S. Francesco e S. Domenico ed una pala d'altare del XVII sec. Lagonegro, come altri centri limitrofi, deve alla sua straordinaria ricchezza forestale l'alta produzione di funghi di ottima qualità, il cui profumo che sa di sottobosco, si spande nell'aria, dal Sirino fino alla valle del Noce lungo la quale ad ogni piè sospinto, si trova un cesto colmo del prezioso prodotto al quale fa vigile guardia il vecchietto di turno.

 

Frazioni:  Farno, Pennarone


Michele Ascoli               

       

 

Repertorio artistico-turistico

Palazzo Corrado, sede del Municipio, del tardo ‘600, con balconi in ferro battuto.

Chiesa della Madonna del Sirino con avanzi di un protiro romano, due leoni, colonne e capitelli; conserva anche tele seicentesche di scuola napoletana.

Ruderi del vecchio castello feudale costruito nel 1552.

Chiesa della Madonna del Rosario del 1606 con maestoso portale ed architrave in pietra scura, porta lignea e formelle quadrate con intagli di rosone e busti di santi, facciata coperta da un affresco raffigurante il Giudizio Universale, del pittore lagonegrese Antonio Cascini (1824); conserva anche buone tele del ‘600 e ‘700.

Chiesa parrocchiale di San Nicola con tela raffigurante la SS. Trinità (‘700) e un pregevole busto d’argento del Santo, opera di Carlo Frezza (1756).

Chiesa di Sant’Anna, di tardo rinascimento, con portale in pietra scura e nell’interno una enorme pala ad olio, raffigurante i Santi, esegui­ta nel 1665 da Francesco Gaetano, seguace di Mattia Preti, del 1600.

Chiesa Vecchia di San Nicola (IX-X sec.), originariamente romanica: conserva buone opere lignee. Nell’interno, la cappella del Crocifis­so presenta un notevole portale in pietra, sull'altare un paleotto ornato di sculture e sulla volta una ricca decorazione barocca. Custodisce anche un pregevole crocifisso ligneo. Nella chiesa si crede sia stata sepolta Monna Lisa, ritratta da Leonardo Da Vinci, morta a Lagonegro nel 1505.

Parco Giada: parco-zoo con oltre duemila animali (felini, volatili, anfibi, serpenti ecC) con attrezzature sportive per giochi.

Interessante la porta di ferro, fiancheggiata da un antico torrione, con elementi dell’antica cinta muraria della città.

Nei dintorni: Monastero di Santa Maria degli Angeli (XI sec.); Lago Remmo, a 1518 metri s.l.m., con attrezzature turistiche, pista sciistica con impianto di risalita.

 

 

 

Manifestazioni ed eventi:

ultima domenica
di maggio

Festa patronale in onore di San Nicola di Bari

16 giugno

Madonna del Sirino (pellegrinaggio alle pendici del monte)

21 luglio

Festa del Carmelo - Piazza Grande

4/5 agosto

Madonna del Sirino (pellegrinaggio sulla vetta del monte)

15 agosto

Festa dell'Assunta - Piazza Grande

8 settembre

Pellegrinaggio Madonna degli Angeli

15 agosto

Madonna del Sirino (rientro della statua in paese)

 

 

Fiere e Mercati:

 

2 giugno

Fiera di San Vito - Piazza Grande

15 settembre

Fiera - in occasione della Festa della Madonna del Sirino


Altri Eventi (segnalati)

 


 

[ Mailing List ] [ Home ] [ Scrivici ]