Pignola

.

Foto degli Utenti

Foto del Sito

Inserisci Foto
.
 

Video-clip -S. Antonio Abate '93 Corsa dei Cavalli Monumenti

.

Hanno Scritto B a c h e c a la Sellata
gli Artisti Commenti Foto Oasi del Pantano

Comune di Pignola

 

Comune (PZ)
E Abitanti  5.482
Altitudine 926 mt.
Superficie 55,51 Kmq
* C.A.P. 85010

 

  Municipio 0971.620111
  Guardia Medica 0971.420763
  Biblioteca Comunale 0971.420850
  Pro-Loco "Il Portale" 0971.420044
  Carabinieri 0971.420002


PIGNOLA

 


IL CENTRO ABITATO

L'abitato antico di Pignola si presenta disteso su di una collinetta e forse a causa di ciò, appare formata da diversi cerchi concentrici che, studiati in profondità, dovrebbero fornire delle interessanti notizie.
I cerchi appaiono concentrici aventi come punto centrale la Chiesa di S. Donato (già S. Nicola) che, stante a documenti, fu costruita adiacente al palazzo baronale non più esistente.
Abbiamo motivo di credere che questo sia il nucleo primario dell'antica "terra di Pignola", racchiuso dal cerchio formato dalle vie S. Nicola e via del Popolo.
Il secondo cerchio, racchiudibile dalle vie Vittorio Emanuele III e Regina Margherita, comprendeva certamente la chiesa Madre e datando il Campanile intorno al 1300, si ha motivo di credere che, lo stesso, risalga alla detta data
Il terzo ed ultimo cerchio è dato dalla "circonvallazione" via Dante e via Cavour (Carbonari destri e sinistri) che si concludeva con una porta situata tra casa Paciello e fronte ed un'altra, all'altro capo, nella zona detta del "Portile",a valle della Chiesa Madre.
Queste due porte lasciavano fuori dalle mura cittadine l'odierna Piazza e la totale via Regina Elena (Pozzone).
La piazza risultava così un largo spiazzo adibito ad aia comunale, luogo per la fiera e per il mercato.
Questo succedeva comunque negli anni antecedenti il 1650, anno in cui la piazza risulta già abitata da ricche famiglie e notai.
Tra il 1500-1600 risale la nascita dell'altro quartiere, via S. Giacomo, che pare sia stato formato da un nucleo albanese qui istallatosi in questi anni.
Nel 1700 è databile la via Umberto tino alla fontana Vecchia.
Il rione Convento ha invece storia molto più breve ed è databile intorno agli anni '50.

 

da "Pignola in tre itinerari" di Vincenzo Ferretti

 

 


LA PIAZZA

 

Il teatro dell'uomo di un paese è la Piazza. E il nostro pittore lucano Antonio Masini ad affermare ciò.
Egli, infatti, per questa nostra Piazza, ha scritto una pagina stupenda nella quale si legge:

... la Piazza di Pignola è a sghimbescio, sbilenca, incerta se andarsene verso la cima del paese con i resti di chiese e palazzi durazziani, oppure sgusciare verso le faggete di Sellata.
Nel dubbio se ne sta ferma lì ad origliare tra gli stipiti secenteschi di Palazzo Gaeta.

Sulle sue pietre nere di lava hanno passeggiato scrittori  illustri come Montesanto e Pomilio, Pampaloni e Giovanni Russo e tutti hanno avvertito il sottile fascino che questa piazza emana.
Tutto ciò forse è dovuto a quegli strani esseri che popolano i balconi e gli sporti dei suoi palazzi.
Un popolo di pietra, misterioso, minuscolo, sornione che si affaccia su di essa e quando la luce radente del sole del pomeriggio s'infila tra i tetti, la ruggine delle ringhiere si trasforma in oro antico.
È a quest'ora che sembra rivedere tra questi volti, quello misterioso della regina Giovanna la Pazza.
All'interno di Palazzo Gaeta, ancora guardiani di pietra: sculture che raffigurano suonatori di cembalo e di flauto, quasi a ricordarci il La Gorcia, illustre musico che a Pignola nacque ed operò nel diciassettesimo secolo.

 

da "Pignola città della pietra scolpita e del ferro modellato a fuoco"
a cura della Pro-Loco circolo culturale "Il Portale"

 

 

 

 

 

Manifestazioni ed eventi:

17 gennaio Palio di Sant'Antonio Abate
3° domenica
di maggio
Maria SS. degli Angeli (Patrono) con tradizionale e caratteristica "Uglia"
16 agosto Festa in onore di San Rocco
3° domenica
di settembre
Maria SS. degli Angeli (in località Pantano)


Altri Eventi (segnalati)

 


 

[ Mailing List ] [ Home ] [ Scrivici ]