Spinoso

.

Foto degli Utenti

Foto del Sito

Monumenti

.
 

Hanno Scritto B a c h e c a Sembra Ieri Inserisci Foto
gli Artisti Commenti Foto Lago del Pertusillo Monte Sirino

Comune di Spinoso

 

Comune (PZ)
Abitanti  1.778
Altitudine 649 mt.
Superficie 37,82 Kmq
* C.A.P. 85039

 

  Municipio  0971.954001
  Guardia Medica  0971.954455
  Biblioteca comunale  0971.954001


SPINOSO

Cenni Storici
Ai piedi del monte Raparo, lungo la strada Agri-Sinni, su una ridente collina sorge il paese di Spinoso. Come per tutti i siti, anche per Spinoso esiste un'origine leggendaria e una storica. Secondo la leggenda il paese fu edificato dal grande F. Troiano, compagno di Enea nella distruzione di Troia e di Miente che edificò Grumento. La tradizione vuole che siano stati quattro ebrei: Ibacco, Ismaele, Racaele e Faro, provenienti dalla città laziale di Nemi, a scegliere  l'insediamento di collina e a convincere gli abitanti della Tempagnata ad abbandonare il vecchio sito, reso insicuro dalla presenza di enormi e numerosi serpenti che sbranavano i loro bambini. Storicamente sembra che il paese sia stato fondato da un gruppo di fuggiaschi di Grumentum, dopo la sua distruzione ad opera dei Saraceni. Furono costoro ad organizzare sulla collina il primo nucleo di capanne, il cosiddetto pagus. Il nome del paese, secondo alcuni, deriva dall'arbusto "prinus spinosa" diffuso nella zona, secondo altri dal feudatario Giovanni De Spinosa, risalente all 'età normanna, verso la metà del 12º secolo. Nel 1200 Spinoso faceva parte dei domini dei Chiaromonte, poi passò ai Sanseverino, la cui dinastia durò fino ai 1583, anno in cui Spinoso fu venduto ai Colonna di Stigliano. Questi lo cedettero alla famiglia dei Barrile. Dopo i principi di Valle e gli Enriquez, gli ultimi signori di Spinoso, fino all'Unità d'Italia, furono gli Spinelli. Degna di nota è la notizia secondo cui nella contrada spinosese di "San Laverio" è avvenuta una delle battaglie della 2ª guerra punica che ha visto schierati l'esercito cartaginese, dalla parte di Spinoso, e quello romano, dalla parte di Grumentum. La contrada prende il nome dal vescovo S. Laverio, martirizzato nell'841 dai saraceni.


Il Palazzo Ranone
Il centro storico di Spinoso si caratterizza per la felice posizione geografica che lo vede al centro del territorio del Parco Nazionale della Val d'Agri-Lagonegrese e lo vede dominare a 360º, dall'alto della sua collina, la splendida cornice dell'Alta Val d'Agri con il lago del Pertusillo e le montagne che lo circondano. Spinoso è infatti visibile da tutta la valle e neanche al visitatore più distratto può sfuggirne la presenza. La superstrada dell'Agri costeggia il lago del Pertusillo e consente di arrivare a Spinoso dalla diga con la strada provinciale attraversando verdissimi boschi.Il centro storico racchiude molti tesori architettonici quali sono vari palazzi gentilizi di notevole interesse realizzati nel 16º, 17º, 18º e 19º secolo. Fra questi spicca il Palazzo Ranone, splendido edificio realizzato nel 18º secolo e ubicato sull'attuale Via Vittorio Emanuele, con spettacolare vista verso il lato nord-ovest della Valle. E' appartenuto alla famiglia Ranone. Il modello architettonico si ispira ai palazzi nobili napoletani, con atrio che immette in uno splendido cortile a cielo aperto sul quale si affacciano per tre lati finestre e balconi; sul quarto lato si ammira lo scalone che porta ai piani superiori. L'edificio si sviluppa su 3 livelli aventi superficie lorda pari a 500 mq. cadauno. Al piano terra sono ubicati 10 vani adibiti a cantina e stalla; al primo piano i vani sono 9 destinati a magazzini, mentre il secondo piano accoglie 11 vani destinati ad abitazione ed a sale di rappresentanza. L'imponente facciata è impreziosita da un pregevole portale d'ingresso in pietra bianca finemente lavorato e fiancheggiato da finestre protette da robuste grate in ferro battuto. Al piano primo offre delle finestre con soglie in pietra locale; al secondo piano fanno bella mostra i balconi con ringhiere artistiche e abbelliti con decorazioni in mattoncini. Completano il quadro una cornice marcapiano e un cornicione, essi pure realizzati in mattoni lavorati. Il tutto si manifesta in un'ineguagliabile armonia di forme e proporzioni. L'appena trascorsa estate ha visto il Palazzo Ranone come degna cornice alla manifestazione "ArtEstate-Spinoso", ospitando mostre di pittura e di scultura ed incontri letterari, riscuotendo un successo notevole al quale ha contribuito in modo importante la suggestione di questo edificio che è anch'esso una vera e propria opera d'arte.

Franco Vetrano

 

 

 

 

Manifestazioni ed eventi:

19 marzo

Processione in onore di San Giuseppe

3° domenica
di maggio

Processione della Madonna di Santa Maria dei Termini
dal paese alla cappella Corpus Domini

21/22 luglio

Festa in onore di Santa Maria Maddalena (Patrono)

5 agosto

Festa dell'Emigrazione (benvenuto)

17 / 18 agosto

Festa in onore di San Rocco

20 agosto

Festa dell'Emigrazione

3° domenica
di settembre

Processione della Madonna di Santa Maria dei Termini
dalla cappella al paese

21/22 luglio

Fiera grande con processione serale

21/22 novembre

Fiera di Sant'Andrea


Altri Eventi (segnalati)

 


 

[ Mailing List ] [ Home ] [ Scrivici ]