Artisti in Lucania

Potenza

 

 

Michele Ascoli

"Quel poco che conosco e quel poco che faccio lo devo ai miei amici che amo e stimo profondamente, ma l'amore per la cultura mi è stato donato da mio padre e mia madre che colti non erano."

MICHELE ASCOLI, nato a Potenza dove vive ed opera in Via Sanremo, 13.
Dopo il sisma /80 allestì una personale mostra di pittura tra le rovine dell’antico Rione S. Lucia di Potenza ed ebbe a scrivere:

"E’ rimasta qui la casa in cui sono nato
e vivono ancora le strettoie dei vicoli
dov’è svanita la mia adolescenza.
Su queste mura è rimasta indelebile
l’ombra dei miei ricordi.
Signore
non consentire alla mano
dell’uomo
di rimuovere una sola pietra."

Nell’adolescenza è stato allievo di Giuseppe Leone ed Aristide Tancredi dai quali ha ricevuto le prime nozioni di tecnica pittorica. Impossibilitato a frequentare l’Accademia delle Belle Arti, si diploma in ragioneria e si dedica agli studi artistici da autodidatta; approfondisce sempre più le cono­scenze dell’arte pittorica fino a rag­giungere una propria significativa evoluzione tecnico-stilistica guada­gnando ampi riconoscimenti critici sia in Italia che all'estero. Opera con il solo uso della spatola e raramente parteci­pa a mostre collettive.


Fabbricante di sogni

Per prima cosa vidi le tue ombre
dispiegarsi come ali docili di rondine
dove l'inverno era immensità,
ricordo, trono adornato dal ghiaccio:
questo fu il principio.

Indovinai dietro le cupe montagne
stami pronti a mescere virgulti,
cieli gravidi appena dissimulati,
vidi selve elettriche di paesi
stendersi sul soffice manto bianco,
vidi il tuo cuore inchiodato sulla tela,
vibrante, aromatico, il tuo cuore:
scorsi colori di crepuscoli indicibili,
ruderi celati dal fogliame del tempo,
la morte incrollabile col rumore
del fulmine generato dalla terra.

Intuimmo noi stessi nel gelo della sera
e la neve abitava i tuoi capelli:
dessi sembianze sonore ai miei sogni,
parola al mio verbo nascosto,
fosti il raggio che illumina il cristallo
danzandovi dentro coi suoi aghi,
ed oggi camminiamo insieme
come nei giorni del principio
lungo una strada opalescente
che tu stesso dipingesti.

versi del poeta ROCCO SARACINO dedicati al pittore MICHELE ASCOLI

 

Luci

Ombre

Memorie

Pubblicazioni


altri quadri

 

 

.



Contatore: 22.640

[ Home ]

[ Scrivimi ]


riservato



pagina creata il: 12-05-2011