Artisti in Lucania

Matera

 

 

Parole e Venti Lucani

di Rocco Luigi Dichio

Rocco Luigi Dichio

Nato a Montescaglioso il 20 novembre 1946, è il secondo di sei figli di una famiglia di contadini del dopoguerra. Frequenta le scuole solo fino alla quinta elementare, perché per esigenza e per usanza, a quei tempi i primogeniti maschi venivano messi subito a lavorare. Rocco Luigi, sin da piccolo è stato una persona intraprendente, frequenta subito corsi di aggiornamenti agricoli, prende più di cinque patenti, mentre continua a lavorare come agricoltore, cercando di modernizzare il più possibile la sua azienda agricola.
La passione poetica nasce nel 1999 quando, per necessità di salute è costretto a smettere di fumare. Così in una delle sue ordinarie giornate, mentre lavora col suo trattore, non potendo fumare ebbe l’idea di scrivere una poesia: “Le Creature” una delle poesie più belle scritte da Rocco Luigi. Questa, nel luglio 2002, viene inserita nel giornale italo americano della Florida ne: “L’angolo Poetico”, a cura di Cristina Sanzeri.
Sempre in quell’anno decide di riprendere gli studi e conseguire il titolo di licenza media serale. Nel gennaio 2006 partecipa alla realizzazione del libro: “Nel Paese dei Cupa Cupa, Suoni e immagini della tradizione lucana” di Nicola Scaldaferri e Stefano Vaja, prestando la sua voce in un canto di tradizione lucana, che ripete in occasione della presentazione del libro stesso alla Biblioteca comunale di Matera.
Attualmente Dichio è in pensione, ma mantiene attiva sia la sua azienda che la sua passione poetica, ispirandosi sempre più alla sua terra nativa.

Rocco Luigi Dichio vi augura una buona lettura!


A cura di Vito Dichio


Le Creature

Ho conosciuto creature
che sono i figli del sole e della luna,
sono gli amici dell’equilibrio e della libertà.
Siamo andati tutti al mare
a mangiare melograni
a ridere e a scherzare
a cantare e a danzare
con le onde del mare
e all’ombra della luna
abbiamo visto le stelle filanti
e alla luce dell’alba
la strada del sole
ognuno ha fatto l’amore
ha gridato alla gioia
siamo figli del sole
e della luna.
C’è una ragione di essere donna
tu sei la luna sulla terra
con i tuoi calendari d’amore
che prendi amore
e luce dal tuo sole amore




Rocco Luigi Dichio
Montescaglioso 20 Settembre 1999



 

poesie

 

 

.



[ Home ]

[ Scrivimi ]


riservato



pagina creata il: 30-05-2009